Finanziamenti, no segnalazioni per CoronaVirus

28 Mag di admin

Finanziamenti, no segnalazioni per CoronaVirus

Le piccole e medie imprese che hanno avuto accesso ai prestiti garantiti dallo Stato possono fare affidamento su un ulteriore “aiuto”.

Finalmente infatti sono sospese, fino a tutto settembre 2020,  le segnalazioni alla Centrale rischi delle MPMI che faticano a pagare i debiti.

Per essere salvi da segnalazioni occorre avere i requisiti per accedere al congelamento temporaneo dei pagamenti di prestiti introdotto dal Governo con il decreto “Cura Italia”.

Ci riferiamo allesospensioni sul saldo delle rate di prestiti erogati prima della pandemia come ad esempio lo stop alla revoca ad aperture di credito o finanziamenti accordati a fronte di anticipi su crediti, per importi già esistenti al 29 febbraio 2020, o, se successivi, al 17 marzo 2020.

Inoltre si potrà ricorrere anche all’autocertificazione per le richieste di prestiti con la garanzia dello Stato (che salgono dai 25 mila euro della versione “originale” del Decreto ai 30 mila euro della versione emendata). Prevista anche la limitazione della responsabilità dei datori di lavoro nel caso in cui un loro dipendente risulti positivo al nuovo Coronavirus.

Conversione Decreto Liquidità approvato alla Camera: 269 voti favorevoli, 193 contrari, 3 astenuti. Ora passa al Senato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonChiamaci
× Scrivici